Mike Nelson – L’Atteso

Quando

02 nov 18 - 03 feb 19

venerdì 02 novembre '18

sabato 03 novembre '18

domenica 04 novembre '18

giovedì 08 novembre '18

venerdì 09 novembre '18

sabato 10 novembre '18

domenica 11 novembre '18

giovedì 15 novembre '18

venerdì 16 novembre '18

sabato 17 novembre '18

domenica 18 novembre '18

giovedì 22 novembre '18

venerdì 23 novembre '18

sabato 24 novembre '18

domenica 25 novembre '18

giovedì 29 novembre '18

venerdì 30 novembre '18

sabato 01 dicembre '18

domenica 02 dicembre '18

giovedì 06 dicembre '18

venerdì 07 dicembre '18

sabato 08 dicembre '18

domenica 09 dicembre '18

giovedì 13 dicembre '18

venerdì 14 dicembre '18

sabato 15 dicembre '18

domenica 16 dicembre '18

giovedì 20 dicembre '18

venerdì 21 dicembre '18

sabato 22 dicembre '18

domenica 23 dicembre '18

mercoledì 26 dicembre '18

giovedì 27 dicembre '18

venerdì 28 dicembre '18

sabato 29 dicembre '18

domenica 30 dicembre '18

martedì 01 gennaio '19

giovedì 03 gennaio '19

venerdì 04 gennaio '19

sabato 05 gennaio '19

domenica 06 gennaio '19

giovedì 10 gennaio '19

venerdì 11 gennaio '19

sabato 12 gennaio '19

domenica 13 gennaio '19

giovedì 17 gennaio '19

venerdì 18 gennaio '19

sabato 19 gennaio '19

domenica 20 gennaio '19

giovedì 24 gennaio '19

venerdì 25 gennaio '19

sabato 26 gennaio '19

domenica 27 gennaio '19

giovedì 31 gennaio '19

venerdì 01 febbraio '19

sabato 02 febbraio '19

domenica 03 febbraio '19

Prezzo

€ 5 - 8

Dettagli

Mike Nelson - L'Atteso
a cura di Samuele Piazza


Binario 1 | OGR - Officine Grandi Riparazioni

Extra
Da sapere

Mike Nelson - L'Atteso
a cura di Samuele Piazza
Binario 1 | OGR - Officine Grandi Riparazioni


C'è chi dice che le cose e i luoghi abbiano un'anima, e c'è chi dice non ce l'abbiano; io non oso pronunciarmi
H.P. Lovecraft, La Strada, 1920


L’Atteso, la prima mostra personale di Mike Nelson in una istituzione italiana trasforma in un “luogo altro” le OGR grazie a un’installazione su larga scala che va a occupare l’intera navata del Binario 1 con un poderoso intervento.

Primo tassello del percorso di visita è una piccola scultura, Untitled (intimate sculpture for a public space) (2013) che accoglie il visitatore nel foyer. La scultura, con la sua presenza intima e discreta, si contrappone al nuovo lavoro visibile attraverso la vetrata d'accesso.

Oltrepassata la soglia, ci si trova all'interno di un ambiente buio dove, tra una distesa di macerie pressate, stazionano una ventina di automobili parcheggiate, coperte di polvere, in stato di abbandono. Non è chiaro perché le macchine siano in questo stato, ma diversi oggetti che raccontano le memorie dei loro possessori reali o immaginari sono ancora distribuiti tra i sedili e portano traccia del passato del luogo.

Una struttura narrativa emerge dalle modifiche dell'architettura in relazione alla storia dell'edificio e agli oggetti attentamente selezionati dall'artista e da lui trasformati in sculture, per creare un'articolata stratificazione di senso. I livelli di lettura si sedimentano come le stratificazioni materiali che formano il terreno e la patina che ricopre gli oggetti, mentre tra le crepe dei sedimenti emergono possibili molteplici interpretazioni, tra il viaggio onirico e la fantascienza.

Ogni comprensione ultima è negata e ogni risoluzione definitiva volutamente evitata. Il visitatore è invitato a inserirsi nei vuoti offerti e a trovare il suo percorso personale, dopo aver esplorato liberamente gli elementi presenti nell'installazione, e i tanti vicoli ciechi aperti, andando a costruire una narrazione individuale che lo porti a una propria comprensione del luogo.

L'Atteso unisce e stratifica fonti di ispirazione diverse in un continuo gioco di rimandi in cui diverse suggestioni si ampliano e contraddicono a vicenda. Un passato recente e una dimensione quasi archeologica, o l'immagine di un prossimo futuro, si uniscono materializzando un presente distopico.

Clicca qui per scaricare il foglio di sala della mostra.
Prima e dopo

Corte Est

Una piazza da vivere, uno spazio da esplorare per grandi e piccini.

Transnatural Shop

Un nuovo spazio dedicato ai libri, agli oggetti e alle edizioni progettato dal designer Martí Guixé.