Monica Bonvicini – As Walls Keep Shifting

Quando

Nel periodo 31 ott 19 - 09 feb 20

giovedì 31 ottobre '19

domenica 09 febbraio '20

Durata

2 ore

Prezzo

€ 0 - 4

Dove

Binario 1

Dettagli

Monica Bonvicini - As Walls Keep Shifting
Binario 1 | OGR Torino
Curata da Nicola Ricciardi con Samuele Piazza


La prima personale di Monica Bonvicini in un'istituzione italiana.


 

 

 

 
Extra
Da sapere
La mostra di Monica Bonvicini - As Walls Keep Shifting, per le OGR Torino, si sviluppa a partire da temi cari all’artista: il confronto con l’architettura, la letteratura e la costruzione dell’identità sessuale e di genere. Le sue installazioni riflettono in maniera critica sulla storia, sull’architettura e la sua memoria, i regolamenti e le abitudini imposte.

Punto di partenza della mostra è Italian Homes (2019). La serie fotografica ritrae case bifamiliari costruite tra gli anni ’60 e 70 che durante gli anni sono state modificate, talvolta in maniera bizzarra, dai loro proprietari. La varietà che ne risulta, contrasta con l’idea di base del progetto sociale di queste architetture, concepite per fornire pari condizioni abitative a gruppi sociali omogenei. Mettendo in contrasto dinamiche di individualizzazione e standardizzazione, il lavoro delinea un paesaggio dello sviluppo socioeconomico dell’Italia degli ultimi 50 anni. Metà di una di queste abitazioni è stata costruita all’interno dello spazio espositivo. La scultura, accessibile al pubblico, lo coinvolge in maniera fisica e diretta, indagando la creazione di luoghi individuali, intesi come base per l’istituzione di uno spazio privato con le conseguenti problematiche di isolamento, dinamiche di esclusione e aumento di sentimenti reazionari.

Il titolo della mostra è preso in prestito da House of Leaves, ma, all’interno della struttura, Bonvicini presenta lavori su carta con citazioni da un altro libro The Collected Stories of Diane Williams. Legate ad un’idea dell’abitare più intimo e psicologicamente carico, questi frammenti letterari si uniscono ad altri lavori sotto un’accecante luce, che taglia radicalmente lo spazio, in un netto dentro e fuori; portando avanti la pratica dell’artista, legata alla realizzazione di nuovi spazi.

Scarica qui la brochure della mostra!